Quali impostazioni devo controllare per rispettare la normativa dell'Unione Europea per la tutela dei consumatori?

Il 1° settembre 2019 cambierà il modo in cui mostriamo i prezzi ai consumatori europei.

Lo scopo della modifica è far sì che tutte le strutture presenti sul sito di Booking.com rispettino le leggi sulla tutela dei consumatori nell’Unione Europea, leggi che hanno l’obiettivo di fornire trasparenza sui prezzi mostrati dalle aziende online. Per evitare confusione da parte dei clienti, gli annunci su Booking.com rifletteranno tutti i costi extra obbligatori, anche se questi erano prima impostati come esclusi dal prezzo. Inoltre, gli annunci non mostreranno più i costi obbligatori come "non calcolabili" o "variabili".

 

Mentre al momento solo i consumatori europei sono interessati da questa modifica, crediamo che la trasparenza sia un valore aggiunto per tutti i nostri clienti. Pertanto, anche se non ricevi regolarmente prenotazioni da ospiti europei, ti chiediamo di effettuare alcune modifiche alle impostazioni della tua extranet. Ti preghiamo di considerare che, qualora non effettuassi tali modifiche, l’annuncio della tua struttura non sarà conforme alla normativa dell’Unione Europea e quindi potremmo doverlo rimuovere temporaneamente da Booking.com.

Per assicurarti che il tuo annuncio rispetti la nuova normativa, vai nell’extranet e verifica le tue condizioni in merito alla pre-autorizzazione, ai costi extra (tasse locali e altri supplementi aggiuntivi inclusi) e al soggiorno dei bambini. Qui sotto trovi istruzioni dettagliate su come fare.

 


1. Pre-autorizzazione

La normativa EU richiede a tutti i partner di indicare se pre-autorizzano o meno le carte di credito dei clienti. Se lo fai, anche solo saltuariamente, dovrai indicare:

  • La somma che pre-autorizzi

  • Quando effettui la pre-autorizzazione

  • Per quali condizioni di prenotazione viene effettuata la pre-autorizzazione.

Se non pre-autorizzi affatto le carte di credito dei clienti, dovrai specificarlo.  

Per aggiornare le tue impostazioni relative alla pre-autorizzazione, segui questi passaggi:

  1. Accedi all’extranet e vai al tab Struttura.

  2. Clicca su Condizioni e poi scorri fino a Opzioni di pre-autorizzazione.

  3. In quel riquadro, clicca su Aggiorna le tue preferenze e apporta le modifiche necessarie.

  4. Clicca su Salva.

 

Aggiorna le tue impostazioni

 


2. Costi extra: tasse locali ed altri supplementi aggiuntivi

Per rispettare la nuova normativa, dovrai anche specificare tutti i costi obbligatori, le tasse, i supplementi e qualsiasi altro costo vada a confluire nel prezzo, incluso quanto gli ospiti devono pagare se soggiornano con bambini. Cose come le tasse o i costi extra per gli asciugamani, per esempio, non possono essere più impostati come non calcolabili.

Quali costi extra sono inclusi?

  • Tutti i costi obbligatori, quindi qualunque costo l’ospite debba pagare obbligatoriamente, sia a te che alle autorità, come conseguenza della prenotazione o del soggiorno presso la tua struttura.
  • I costi facoltativi o ipotetici non sono inclusi. Si tratta di quei costi in cui l’ospite incorre solo dopo aver chiesto esplicitamente un servizio (per esempio l’ingresso al centro benessere o un servizio di pulizia extra) e che acconsente a pagare. 
  • Tieni a mente che come risultato di questa normativa, tutti i costi indicati come obbligatori saranno inclusi nel prezzo complessivo che il cliente vede nel tuo annuncio. Tutti i costi indicati come “non calcolabili” saranno considerati costi obbligatori non specificati e quindi il tuo annuncio non sarà conforme alla normativa. Come risultato, potremmo dover rimuovere temporaneamente la tua struttura dal sito di Booking.com.

Come posso aggiornare le mie impostazioni?

Le sezioni che devi verificare sono diverse.

  • La prima è quella dei costi aggiuntivi. I passaggi da eseguire dipendono dalla tipologia della tua struttura. 

Se possiedi o gestisci una casa, un appartamento o una struttura non alberghiera, segui questi passaggi:

  1. Accedi all’extranet e vai alla sezione Struttura.

  2. Clicca su Condizioni e poi scorri fino a Costi aggiuntivi e supplementi.

  3. Se hai impostato dei costi come “non calcolabili”, inserisci il prezzo effettivo.

  4. Se hai dei costi facoltativi, cancellali cliccando su Rimuovi. In questa sezione devono comparire solo i costi obbligatori.

  5. Clicca su Salva.  

Se possiedi o gestisci un hotel invece, segui questi passaggi:

  1. Accedi all’extranet e vai alla sezione Struttura.

  2. Clicca su IVA/tasse/supplementi.

  3. Se ci sono dei costi impostati come applicabili e variabili, mettiti in contatto con il tuo team di supporto locale di Booking.com, in modo che possa aiutarti ad aggiornare queste informazioni.

  • La seconda sezione che devi verificare è quella delle tasse locali. A seconda di dove si trova la tua struttura, per te potrebbe essere necessario pagare delle tasse turistiche o degli altri costi extra per ciascuno dei tuoi ospiti. In base alla normativa europea sulla tutela dei consumatori, questi costi non possono più essere impostati come “non calcolabili”. A partire dal 1° settembre, modificheremo eventuali tasse o costi impostati come “non calcolabili” o “variabili”, per esempio tasse con costi diversi in base al costo dell’alloggio a notte, non applicabili ai bambini o non applicabili per più di un numero X di notti. Per questi costi, imposteremo un valore che corrisponde al costo più elevato per quella categoria, in modo che quella tassa o quel costo non siano mai mostrati agli utenti con un valore più basso di quello che andrebbero effettivamente a pagare.

Dal 1° settembre, dovrai verificare che le modifiche da noi effettuate alle informazioni relative alle tue tasse locali e ai costi simili siano corrette. Per farlo, segui questi passaggi:

  1. Accedi all’extranet e vai alla sezione Struttura.

  2. Clicca su IVA/tasse/supplementi.

  3. Se ci sono dei costi configurati in maniera errata, dovrai contattare il tuo team locale di Booking.com in modo che possa aiutarti ad aggiornare i costi.

Nota bene: in base alla normativa dell’Unione Europea sulla tutela dei consumatori, i costi obbligatori non possono più essere impostati come “non calcolabili” o “variabili”. Qualunque eventuale costo facoltativo e non obbligatorio andrà specificato nella sezione Da sapere nella pagina della tua struttura.

 

Aggiorna le tue impostazioni

 


3. Condizioni riguardo al soggiorno dei bambini

In base alla normativa europea sulla tutela dei consumatori, tutti i prezzi su Booking.com devono riflettere l’importo totale che l’ospite pagherà per il soggiorno. Se i bambini sono ammessi nella tua struttura, dovrai verificare che le tue relative condizioni siano impostate correttamente, in modo da rispettare la nuova normativa.

Dal 1° settembre 2019, i prezzi fissi per i bambini che usufruiscono dei letti esistenti saranno aggiunti al prezzo totale mostrato su Booking.com e saranno soggetti a commissione. 

Nota bene: non sarà più possibile impostare costi variabili quali le percentuali.

 

Per verificare e aggiornare le tue condizioni relative ai bambini, segui questi passaggi:

  1. Accedi all’extranet e vai alla sezione Struttura.

  2. Clicca su Condizioni e poi scorri fino alla sezione Bambini e letti supplementari

  3. Qui potrai specificare se i bambini sono ammessi nella tua struttura o no.

  4. Imposta il numero massimo di bambini che possono soggiornare in ciascuna delle tue tipologie di alloggi e il costo che applichi per bambino a notte, poi clicca su Salva. Ricorda di usare solo valori precisi per notte, visto che non è più possibile utilizzare percentuali.

  5. Clicca su Anteprima per verificare che le informazioni inserite siano corrette.

  6. Quando hai finito, clicca su Salva

Nota bene: ogni sezione deve essere configurata e salvata via via che apporti le modifiche.

 

Aggiorna le tue condizioni relative ai bambini