Updated 8 mesi fa
Salva

Negli anni e nei decenni a venire l'acqua diventerà sempre più scarsa. Entro il 2030, si stima che il fabbisogno idrico supererà del 40% l'offerta disponibile. Queste previsioni devastanti richiedono un'azione già da ora.

Sapevi che la lavanderia può essere responsabile fino al 30% dell'impatto ambientale totale della tua struttura? Questa stima tiene conto del consumo di acqua, dell'elettricità e dell'inquinamento causati dai detersivi utilizzati. Senza contare il consumo annuale di acqua degli ospiti, che può variare dai 18.000.000 di litri nei climi temperati a ben oltre i 121.000.000 di litri negli ambienti tropicali.

Quando si tratta di ridurre il consumo idrico, chiedere agli ospiti di riutilizzare gli asciugamani o rinunciare alla pulizia quotidiana dell’alloggio non è una novità per il settore dell'ospitalità. Mettere un adesivo o un biglietto in camera per rendere gli ospiti consapevoli dell’impatto ambientale delle loro azioni è una tecnica di persuasione usata già da molto tempo, ma comunica davvero il messaggio giusto? Ci sono altre tecniche che possono funzionare meglio?  In questa sezione trovi diversi modi in cui puoi iniziare a ridurre il consumo di acqua e i vantaggi sia per la tua attività che per l'ambiente. 

Quattro motivi per ridurre il consumo di acqua
  1. Preservare l'approvvigionamento idrico per la comunità locale: l'acqua è una risorsa preziosa e in molte zone del mondo è anche scarsa. Quasi il 20% della popolazione mondiale vive in una regione dove l’acqua scarseggia, ovvero dove l’utilizzo delle risorse idriche si sta avvicinando ai limiti di sostenibilità o li ha già superati. Come settore, abbiamo la responsabilità di assicurarci di non utilizzare più di quanto abbiamo realmente bisogno, per non privare le comunità locali di questa risorsa fondamentale.

  2. Ridurre la tua impronta di carbonio: il consumo di acqua non riguarda solo l'acqua stessa. Può esserci anche un impatto ambientale più ampio. Ogni bucato da 10 kg consuma almeno 50 litri di acqua e 1,2 kilowattora di elettricità. Diversi studi hanno anche dimostrato che alcuni detersivi possono avere un'impronta di carbonio pari a quasi un chilogrammo di CO2 per ogni bucato domestico. Moltiplicalo per le dimensioni del carico di biancheria della tua struttura e probabilmente otterrai un numero molto, molto più alto. 

  3. Gli ospiti vogliono fare la loro parte: i viaggiatori mostrano già molta disponibilità a cambiare la loro esperienza di viaggio per ridurre il consumo di acqua. Secondo una ricerca di Booking.com, durante le vacanze negli ultimi 12 mesi, il 40% dei viaggiatori di tutto il mondo ha riutilizzato gli asciugamani e il 26% ha rinunciato alla pulizia giornaliera della camera per ridurre al minimo il consumo di acqua.

  4. Ridurre i costi operativi: il consumo idrico è la seconda voce di spesa più alta per le utenze, e negli Stati Uniti rappresenta il 24,7% del budget delle utenze degli hotel. Ma ci sono anche molti incentivi finanziari per ridurlo. Gli studi dimostrano che offrire agli ospiti la possibilità di riutilizzare asciugamani e lenzuola per più giorni ha portato a una riduzione del 17% del numero di carichi di biancheria, abbassando anche i relativi costi per energia, manodopera e detersivi.

Come ridurre efficacemente il consumo di acqua

 

Analizza il tuo consumo attuale

Per monitorare i tuoi progressi, è importante iniziare a misurare il consumo di acqua attuale. Questo ti darà un'idea di come usi l'acqua e come iniziare a ridurre. Impostare un punto di partenza ti consente anche di vedere l’andamento dei tuoi progressi nel tempo.  

Per calcolare il consumo idrico per ospite a notte, dividi il totale mensile di acqua usata nelle tue camere per il numero di ospiti in quel mese. Se la tua bolletta è in metri cubi, puoi confrontare i risultati moltiplicando il numero di litri per ospite per 0,0001.

Per ulteriori informazioni su come iniziare a misurare il consumo di acqua e per conoscere la metodologia utilizzata dall'International Tourism Partnership, visita la sezione "Trovare il punto di partenza " di questa guida.

Crea un sistema semplice

Ricorda che la semplicità è una tua alleata. Spiega con chiarezza agli ospiti che se lasciano l’asciugamano sul portasciugamani o appeso al gancio significa che lo useranno di nuovo, mentre se lo lasciano sul pavimento significa che vorrebbero che fosse lavato.

Pensa a modi semplici con cui gli ospiti possono segnalare al tuo team di pulizie che sono felici di rinunciare alle pulizie quotidiane. Per farlo, potrebbe bastare un apposito cartoncino da appendere alla maniglia della porta. Una soluzione facile per gli ospiti e per il tuo staff. 

Invita gli ospiti a consumare in modo più consapevole 

Riutilizzare gli asciugamani e rinunciare alle pulizie sono una cosa, ma le ricerche dimostrano che gli ospiti stessi usano 2,5 volte la quantità di acqua in più del normale durante un soggiornano in hotel. Dai loro la possibilità di consumare in modo consapevole chiedendogli di pensare a quanta acqua stanno utilizzando. 

Un modo per farlo è chiedere agli ospiti di fare docce più brevi o, meglio ancora, lasciare che la tecnologia lo faccia per te. Ad esempio, la startup Hydrao ha creato un soffione per la doccia che utilizza luci di vari colori per mostrare agli ospiti quanta acqua stanno usando in tempo reale. Questa soluzione li invita a uscire dalla doccia prima che inizino a consumare troppo. 

Image
water

 

Dai informazioni semplici e precise

Quando comunichi con i tuoi ospiti, usa un linguaggio facile da capire. Evita le parole difficili e spiegati nel modo più semplice possibile. Allo stesso tempo usa messaggi specifici, perché una comunicazione vaga può essere frustrante. Vai oltre espressioni come "vivi verde" o "risparmia acqua" e dai agli ospiti istruzioni chiare su cosa fare. 

Prova diversi modi per coinvolgere i tuoi ospiti

Ciò che è persuasivo per un ospite potrebbe non esserlo per un altro. Quando scrivi informazioni sulle tue iniziative per la sostenibilità, prova a utilizzare diverse tecniche di persuasione, che si completino a vicenda. Ecco alcuni suggerimenti:  

  • Fai leva su ciò che gli ospiti farebbero a casa loro: le ricerche suggeriscono che collegare un'azione a ciò che gli ospiti normalmente fanno a casa può funzionare meglio rispetto a comunicazioni puramente di carattere ambientale. Un paio di esempi potrebbero essere: “Riusa l’asciugamano, proprio come fai a casa” oppure “Sentiti come a casa tua: riutilizza l’asciugamano”.  
  • Usa la convalida sociale (social proof) : gli studi dimostrano che dare informazioni su quanti altri ospiti riutilizzano gli asciugamani incentiva anche gli altri a farlo. Parliamo di comunicazioni come: "L'x% degli ospiti nel fine settimana sceglie di rinunciare alle pulizie durante il soggiorno". o "L’x% delle persone che soggiornano presso questa struttura usa di nuovo gli asciugamani".  
  • Fai sentire bene le persone : mostra ai tuoi ospiti che facendo scelte sostenibili possono avere un impatto positivo concreto. Ciò significa includere informazioni sui risultati positivi e scrivere in modo incoraggiante piuttosto che usando divieti. Fai sentire bene i tuoi ospiti per le loro decisioni di viaggio, non in colpa.

Pensa a uno schema di incentivi

Un altro modo per incoraggiare i tuoi ospiti a riutilizzare gli asciugamani o rinunciare a cambiare le lenzuola troppo spesso è premiarli. Alcune strutture assegnano punti che gli ospiti possono convertire in un drink gratuito o in uno sconto, mentre altre fanno una donazione di beneficenza per ogni asciugamano riutilizzato. 

Se pensi che queste idee non siano appropriate per la tua struttura, prova a riunire il tuo team per trovare soluzioni che funzionino per voi. 

Istruisci il personale addetto alle pulizie

Lo staff che si occupa delle pulizie è vitale per il successo delle tue iniziative di riutilizzo degli asciugamani e riduzione della pulizia, e ci sono anche molti altri modi in cui può contribuire ai tuoi obiettivi. Assicurati che il tuo staff abbia una formazione che spieghi le tue nuove procedure e tutti gli altri modi in cui può aiutarti a risparmiare acqua. Per esempio, non rimuovere gli asciugamani se l'ospite ha indicato che vuole riutilizzarli, usare lo sciacquone del WC al minimo durante la pulizia, non lasciare i rubinetti aperti e usare uno straccio per lavare i pavimenti (invece di un tubo flessibile).

Condividi le tue scelte sostenibili

Stai iniziando o hai già iniziato a ridurre il consumo dell’acqua? Condividi le tue azioni con i viaggiatori sulla nostra piattaforma.

Qualche esempio di azioni facili da implementare per ridurre il consumo di acqua:

Possibilità per gli ospiti di riutilizzare gli asciugamani
Possibilità per gli ospiti di rinunciare al servizio di pulizia giornaliero
Utilizzo solo di servizi igienici efficienti dal punto di vista idrico, come wc con scarico a basso flusso o con doppio scarico.
Utilizzo solo di docce a basso consumo idrico, come docce intelligenti o soffioni a flusso ridotto

Scopri le nostre altre guide sulla sostenibilità:

 

Image
Meeting

Come ottenere una certificazione

Le certificazioni provano a tutti il tuo impegno per la sostenibilità. Una certificazione dà credito ai tuoi sforzi e ti aiuta a raggiungere gli ospiti più attenti all'ambiente, ma ancora più importante è il processo necessario per ottenerla, che ti aiuta a stabilire le giuste priorità e colmare eventuali lacune nelle tue iniziative per la sostenibilità.

Scopri di più

Image
plastic in water

Ridurre l’utilizzo di plastica

Ora è più facile e importante che mai eliminare la plastica dalla tua struttura. La plastica impiega anni a decomporsi e danneggia la fauna selvatica e l'ambiente. Questa guida ti mostrerà come proteggere entrambi riducendo il consumo di plastica.

Come iniziare?

Image
Meeting

Trovare il punto di partenza per aiutare l’ambiente

Nel tuo viaggio verso la sostenibilità, il tuo punto di partenza è come una bussola. È solo dopo aver misurato la tua performance, ad esempio in termini di emissioni di anidride carbonica o consumo di acqua, che puoi iniziare a fissare obiettivi e capire come raggiungerli.

Vedi come fare

Hai trovato utile questo articolo?