Trovare il punto di partenza per aiutare l’ambiente

Scritto in collaborazione con Sustainable Hospitality Alliance

Header_environment.jpeg
Aggiornato 1 anno fa
Salva

Il primo passo nel tuo viaggio verso la sostenibilità dovrebbe essere impostare il tuo punto di partenza. Puoi considerarlo come la misura del tuo attuale impatto sull'ambiente. Per farlo, devi prendere in considerazione i consumi di acqua ed elettricità, ma anche l'uso della plastica e le emissioni di CO2.

Identificare il tuo punto di partenza è importante, perché è difficile sapere dove stai andando se non sai da dove parti. Forse stai pagando il doppio per le tue bollette rispetto a quanto necessario, oppure potresti star già applicando le migliori pratiche per ridurre la plastica. Hai mai pensato che potrebbe esserci un modo migliore per incoraggiare gli ospiti a sprecare meno risorse durante il soggiorno?

Che tu gestisca un bungalow sulla spiaggia o una catena alberghiera internazionale, puoi ottenere moltissimi vantaggi da un punto di vista ambientale, sociale ma anche economico, trovando il punto di partenza per diventare più sostenibile.

Prendiamo ad esempio Hilton, che ha iniziato a misurare e monitorare il suo impatto ambientale nel 2008 utilizzando LightStay, la piattaforma di sua proprietà per la gestione della sostenibilità. Dopo aver individuato il proprio punto di partenza, il gruppo e ha iniziato a monitorare i cambiamenti ed è stato in grado di capire dove poteva avere il maggior impatto. Tra il 2008 e il 2018, ha ridotto il consumo di energia del 22% per tutte le strutture del gruppo, quello di acqua del 22% e le emissioni di CO2 del 34%. I dati hanno consentito a Hilton di risparmiare 29 milioni di dollari in costi per le utenze, dopo solo un anno.

In questa sezione, vedremo quali sono i vantaggi che puoi ottenere identificando il tuo punto di partenza. Parleremo anche degli strumenti disponibili per misurare e monitorare due parti fondamentali del tuo impatto ambientale, ovvero l’impronta di carbonio e il consumo d’acqua.

Quattro vantaggi del tuo punto di partenza
  1. Indirizzare meglio le tue iniziative per la sostenibilità per ottenere un impatto maggiore:
    una volta che inizi a raccogliere dati sull'impatto sia ambientale che sociale della tua attività, avrai un'idea più chiara di come cambiarla. Quando ha aperto, l'Hotel Breeze si è impegnato a diventare il primo hotel a zero consumo energetico al mondo, utilizzando soluzioni particolari, come un sistema doccia che riduce il consumo di acqua ed energia fino all'80%.
     
  2. Trovare opportunità di risparmio sui costi:
    sapere da che situazione parti ti fornisce informazioni preziose sul tuo uso delle risorse. Nel tempo, questi dati ti consentono di vedere dove puoi risparmiare sui costi operativi. Guardando in modo approfondito il proprio consumo energetico, molte strutture ricettive sono riuscite a capire dove installare sistemi di controllo per le luci e illuminazione efficienti, arrivando quindi a tagliare i costi energetici fino al 50%. Monitorare lo spreco alimentare ha consentito all'Einstein St. Gallen di identificare e ridurre il 41% del proprio spreco alimentare evitabile, arrivando a un risparmio di 28.000 CHF in un anno. Il potenziale risparmio associato alla riduzione della plastica, d'altro canto, dipende dagli oggetti in questione. Quindi è importante sapere in modo molto dettagliato in quali occasioni usi la plastica.
     
  3. Rendere concreto il tuo impegno per la sostenibilità:
    una cosa è parlare di come gestire la tua attività in modo sostenibile e un'altra è essere in grado di dimostrarlo. Trovare il tuo punto di partenza e monitorare i tuoi progressi ti fornisce dati concreti sull'impatto che i tuoi sforzi per la sostenibilità stanno avendo sulla tua attività e sull'ambiente che ti circonda. Gruppi come Scandic Hotels, Radisson e NH, ad esempio, producono rapporti annuali che dimostrano in modo credibile il loro impegno per la sostenibilità.
     
  4. Rafforzare le tue credenziali per diventare più interessante per gli ospiti:
    Secondo la Global Business Travel Association, il 53% delle aziende statunitensi ha programmi di sostenibilità aziendale che influenzano il modo in cui scelgono i propri fornitori di viaggi. Dopo aver stabilito il tuo punto di partenza e iniziato a misurare il cambiamento, puoi comunicare i tuoi progressi attraverso report e materiale di marketing per attirare gli ospiti attenti alla sostenibilità. 
Come trovare il tuo punto di partenza

Inizia da cosa ha l’impatto maggiore
 

Secondo la Sustainable Hospitality Alliance, i tre fattori più importanti che determinano l'impronta ambientale di una struttura sono l'illuminazione, l'acqua calda e l'aria condizionata/il riscaldamento. Ecco perché misurare la tua impronta di carbonio e il consumo di acqua è un buon punto di partenza. Ci sono tante risorse online gratuite per aiutarti a iniziare da subito.

  • Misurare le tue emissioni di CO2:
    lo strumento Hotel Carbon Measurement Initiative ti aiuta a misurare la tua impronta di carbonio totale e per camera occupata, tenendo conto delle diverse fonti di energia, per capire come dare la giusta priorità ai cambiamenti attuabili.
     
  • Misurare il consumo di acqua:
    lo strumento Hotel Water Measurement Initiative delinea i dati necessari per calcolare la tua impronta idrica totale, fornendo una metodologia per calcolare l'acqua utilizzata per camera occupata a notte (o per spazio per riunioni all'ora, se applicabile). 
     

Valutare la tua struttura

Dopo aver trovato il tuo punto di partenza, puoi avere un'idea più ampia delle tue prestazioni ambientali confrontandole con quelle delle altre strutture. Le risorse chiave per farlo includono:
 

  • Il Cornell Sustainability Benchmark: basato sul più grande set di dati disponibile, proveniente da oltre 15.000 strutture che utilizzano HCMI e HWMI. Calcola l'energia, le emissioni di gas serra e il consumo di acqua.
     
  • Il Green Lodging Trends Report: fa uso di best practice piuttosto che di dati concreti per riconoscere ed evidenziare le misure innovative positive per il settore.

Inizia a fissare i tuoi obiettivi


Dopo aver raccolto alcuni dati di base, puoi iniziare a fissare i tuoi obiettivi specifici. La Sustainable Hospitality Alliance ha fissato obiettivi di sostenibilità basati sulla scienza, che il settore alberghiero dovrebbe raggiungere entro il 2030. Questi sono in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDG) e con l'accordo sul clima di Parigi (COP21). Offrono anche indicazioni sulla definizione degli obiettivi idrici, sulla gestione del consumo idrico e su come lavorare sulla tua catena di fornitura.


Altre risorse utili sono il Destination Water Risk Index, che può aiutarti a capire qual è il tuo rischio idrico e a fissare obiettivi e misure idrici appropriati, e l'iniziativa Science Based Targets del Global Compact delle Nazioni Unite, che propone risorse per affrontare la crisi climatica dal punto di vista aziendale.

Scopri le nostre altre guide sulla sostenibilità:


 

header_plastic.jpeg

Ridurre l’utilizzo di plastica

Ora è più facile e importante che mai eliminare la plastica dalla tua struttura. La plastica impiega anni a decomporsi e danneggia la fauna selvatica e l'ambiente. Questa guida ti mostrerà come proteggere entrambi riducendo il consumo di plastica.

Come iniziare?

header_water.jpeg

Ridurre il consumo di acqua

L'acqua sta diventando sempre più scarsa. Ecco perché già da oggi dobbiamo iniziare a ridurne il consumo, e per tutelare davvero questa risorsa servirà molto di più che incoraggiare gli ospiti a riutilizzare gli asciugamani. Ma i vantaggi ambientali ed economici valgono bene l'investimento.

Più info

Meeting

Come ottenere una certificazione

Le certificazioni provano a tutti il tuo impegno per la sostenibilità. Una certificazione dà credito ai tuoi sforzi e ti aiuta a raggiungere gli ospiti più attenti all'ambiente, ma ancora più importante è il processo necessario per ottenerla, che ti aiuta a stabilire le giuste priorità e colmare eventuali lacune nelle tue iniziative per la sostenibilità.

Scopri di più

Hai trovato utile questo articolo?