Focus sul settore

Alcuni consigli per la pulizia del tuo alloggio per soggiorni brevi

 | Save
Jeremy Gall, fondatore e CEO di Breezeway, condivide i suoi consigli più importanti per migliorare le misure di pulizia durante la pandemia e successivamente

Chi si occupa di affitti a breve termine e di ospitalità ha fatto i salti mortali durante la pandemia, tra restrizioni di viaggio, cancellazioni e forti oscillazioni della domanda. Negli ultimi sette mesi, l’attenzione nei confronti di strutture pulite, sicure e di alta qualità è stata sicuramente una costante. 

Secondo il 2020 Property Operations Report di Breezeway, il 97% dei gestori ritiene che la pandemia abbia aumentato la sensibilità degli ospiti verso la pulizia e il 99% di questi operatori intende rafforzare i propri protocolli per la cura della struttura. 

Ecco alcuni modi con cui molti dei nostri principali clienti stanno migliorando le loro procedure per offrire strutture pulite e sicure. 

Personalizza la tua checklist per le pulizie di ogni struttura 

Ogni struttura ha caratteristiche a sé, che dovrebbero essere tenute in considerazione nella checklist a cui fai riferimento per le pulizie. Ti consigliamo di occuparti di una camera alla volta per assicurarti di non tralasciare niente e che il tuo lavoro rispetti gli standard interni. Preparare in modo organizzato e metodico il personale che si occupa delle pulizie renderà questo aspetto molto più semplice.

Presta particolare attenzione agli ambienti di maggiore passaggio, come la cucina e il bagno, e alle superfici ad alto contatto, come maniglie, serrature, interruttori della luce, termostati, finestre, elettrodomestici e altri dispositivi. Il personale dovrà dedicare più tempo alla pulizia di queste zone.

Segui le linee guida delle autorità principali

Aggiorna regolarmente le tue checklist per la pulizia e l’ispezione in base ai consigli più recenti su prodotti e tecniche di autorità come il CDC (Center for Disease Control and Prevention) negli Stati Uniti, l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e l’US EPA (United States Environmental Protection Agency). 

Il CDC raccomanda, per esempio, di arieggiare gli ambienti prima della pulizia e di pulire tutte le superfici prima della sanificazione. Seguire queste linee guida ti aiuterà a proteggere la sicurezza dei tuoi ospiti e del personale delle pulizie. 

Il CDC consiglia inoltre di lavare tutta la biancheria e le lenzuola ad alte temperature. L'EPA fornisce utili indicazioni sui disinfettanti approvati e su come utilizzarli al meglio. Il personale dovrebbe essere dotato di dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti) per lavorare in sicurezza e ricevere una preparazione su come utilizzare e smaltire questi oggetti in modo sicuro.

Immagine
Hotel staff wearing mask
'Con la pandemia, parlare delle procedure per la pulizia con ospiti e proprietari è diventato sempre più frequente.'

 

Dedica più tempo alla pulizia

Per effettuare pulizie più approfondite in risposta alla pandemia, molti gestori hanno deciso di aumentare la durata dei protocolli di pulizia standard prima dell'arrivo e dopo la partenza. 

In base alla nostra ricerca, il 42% di loro ha deciso di includere un periodo di attesa tra un soggiorno e l’altro, per offrire più tempo allo staff e al personale addetto alle pulizie per lavorare in modo efficace e rispettare gli standard per la pulizia e la sicurezza. La durata di questi periodi di attesa varia spesso da 4 a 24 ore, a seconda dell’agenzia e della normativa locale. 

Ritagliati del tempo per ispezionare ogni struttura e assicurarti che aderisca ai protocolli di pulizia e sicurezza (come ha intenzione di fare il 70% dei professionisti). 

Informa gli ospiti delle tue misure per la pulizia e la sicurezza 

Con la pandemia, parlare delle procedure per la pulizia con ospiti e proprietari è diventato sempre più frequente. Chi gestisce affitti brevi sponsorizza i propri protocolli per la pulizia tramite landing page apposite e nei dettagli dell’annuncio. Questo aiuta a rassicurare i clienti durante la prenotazione e a garantire loro un’esperienza più piacevole. 

Puoi anche mettere a disposizione disinfettanti e kit extra per la pulizia dopo il check-in, condividendo ulteriori dettagli sul lavoro svolto presso la struttura prima del loro arrivo.

Automatizza i protocolli per la pulizia tramite strumenti smart 

Chi si occupa di affitti brevi svolge spesso molte azioni operative, tra cui programmare e coordinare il lavoro e assicurarsi che vengano seguiti gli standard di servizio. La pandemia ha rivelato la necessità di svolgere operazioni molto minuziose per la verifica della qualità e il controllo della struttura, che possono essere approvate e condivise con i clienti. 

L’automatizzazione dei protocolli di pulizia tramite strumenti appositi e smart contribuisce a semplificare l’organizzazione delle pulizie e il monitoraggio degli standard, e quindi a offrire agli ospiti un’esperienza migliore.

 

Immagine
working with laptop on lap
Scopri di più su salute e igiene

Attira più ospiti rassicurandoli con le misure per la salute e l’igiene che hai adottato. 

Vai a Soluzioni

Cosa pensi di questa pagina?

Punti principali
  • Durante la pulizia, è importante prestare più attenzione agli ambienti di maggiore passaggio, come la cucina e il bagno, e alle superfici ad alto contatto, come maniglie, serrature, interruttori della luce, termostati, finestre, elettrodomestici e altri dispositivi. 
  • Essere trasparenti è fondamentale per rassicurare gli ospiti sulla pulizia. Metti in risalto le tue procedure per la pulizia nel tuo annuncio.
  • Seguire i consigli più recenti su prodotti e tecniche di autorità come l'Organizzazione Mondiale della Sanità può aiutarti a garantire che le tue checklist per le pulizie e le ispezioni siano sempre aggiornate
  • In base alla ricerca di Breezeway, il 42% dei gestori ha deciso di includere un periodo di attesa tra un soggiorno e l’altro, per offrire più tempo allo staff e al personale addetto alle pulizie per rispettare gli standard per la pulizia e la sicurezza