Focus sul settore

Distribuzione alberghiera: come orientarsi durante la ripresa

 | Save
Katie Moro, Vice President of Data Partnerships for Hospitality per Amadeus, condivide come la pandemia ha cambiato il settore della distribuzione alberghiera e quali sono i dati da tenere d'occhio per il futuro

Nella situazione che stiamo vivendo, il settore dei viaggi deve affrontare continui cambiamenti nel comportamento di prenotazione dei viaggiatori. Come puoi adattarti al meglio a queste tendenze, che includono una finestra di prenotazione sempre più ridotta e il crescente bisogno degli ospiti di ottenere più valore dal proprio soggiorno? Katie Moro, Vice President of Data Partnerships for Hospitality per Amadeus, parla con noi dei modelli che influenzano la distribuzione alberghiera in tutto il mondo e di come puoi ripensare la tua strategia per catturare la domanda disponibile. 

Immagine
Katie Moro
Katie Moro, Vice President di Data Partnerships for Hospitality per Amadeus

Click.: Cosa dovrebbero tenere a mente gli albergatori nel decidere il loro mix di canali durante la ripresa?

Moro: In questo momento è importante essere su quanti più canali possibili, e ogni touch point rappresenta un’opportunità per acquisire clienti. Non è necessario usare per forza gli stessi canali utilizzati nel 2019. L’importante è iniziare a capire quali altri canali si possono sfruttare per raggiungere più viaggiatori. Ad esempio, vista la loro ottima capacità di raggiungere i viaggiatori, le agenzie di viaggio online (OTA) sono ideali per far conoscere meglio il marchio delle strutture indipendenti. Anche quando prenotano direttamente con una struttura, le persone guardano comunque prima le OTA per vedere quali sono le opzioni disponibili. 

Le strutture dovrebbero pensare ad avviare o espandere relazioni con partner di canale forti, che stanno andando bene e che le aiuteranno a rispondere ai trend attuali. Per esempio, Booking.com permette ai propri partner di offrire facilmente la flessibilità cercata dagli utenti grazie a varie condizioni di cancellazione, e sappiamo bene quanto ciò sia fondamentale in questo momento. Come albergatore, non ti conviene essere presente su un sito che ha condizioni di cancellazione rigide, perché la probabilità di ricevere prenotazioni lì è scarsa. È importante assicurarsi di collaborare con siti in linea con le aspettative dei viaggiatori in base agli standard di settore. 

Click.: Quali tendenze stai notando sui diversi canali?

Moro: Sulla base dei nostri dati business intelligence Demand360®, dall'estate 2020 abbiamo notato che le prenotazioni dirette sono il canale più forte. Non era mai successo prima. Non c'erano molte prenotazioni a livello di struttura, ma ora il numero è aumentato drasticamente. Ciò probabilmente accade perché le persone cercano quante più informazioni possibile su una struttura prima di prenotarla. Alla fine, questo comportamento porta alla prenotazione diretta. Dopo la prenotazione diretta, seguono i canali online, divisi tra siti delle OTA o di brand. Secondo i nostri dati, al momento questi sono i tre canali più forti. 

C'è stato anche un enorme cambiamento nella finestra di prenotazione. In tempi normali, la finestra di prenotazione era in media tra 7-14 giorni, ma ora vediamo che il 60% delle prenotazioni è effettuato solo 0-7 giorni prima dell'arrivo. Ancora più marcata è la finestra di prenotazione di 0-3 giorni, quindi stiamo parlando di prenotazioni veramente last minute. Le OTA vanno molto bene nella finestra di 0 a 3 giorni, quindi è importante avere disponibilità e permettere alle persone di prenotare da tutti i touch point. Comprendere la finestra di prenotazione nel tuo mercato e assicurarti di essere disponibile e avere un prezzo appropriato ad essa è quindi fondamentale. Questo è il cambiamento principale in base a cui dovrai adattare il modo in cui gestisci la tua attività.

Click.: Gli albergatori come possono orientarsi e adattarsi al meglio a questi cambiamenti?

Moro: L'anno scorso la tariffa media giornaliera (ADR) negli Stati Uniti è diminuita di oltre il 20%, creando una situazione da cui sarà difficile riprendersi. In questo momento, ciò che le strutture possono fare per massimizzare le entrate è non abbassare la tariffa nella speranza di stimolare la domanda. Tuttavia, devi cercare di restare competitivo, quindi se le tariffe sul mercato si abbassano e c'è domanda, in molti casi dovrai farlo anche tu. 

È importante tenere d’occhio i trend, ma ricorda che non puoi fare affidamento su dati storici di trend che non sono più rilevanti. È importante restare aggiornati sui dati recenti o sulle previsioni future come base su cui prendere le proprie decisioni. Dato che la situazione sta cambiando così rapidamente, non è più possibile utilizzare dati storici per prevedere cosa accadrà.

Infine, ora i consumatori cercano più informazioni rispetto a prima, quindi è fondamentale tenere i tuoi canali aggiornati con le informazioni più recenti e pertinenti. Comunica con il tuo pubblico attraverso i vari canali, evidenziando le informazioni importanti sugli argomenti più attuali, come flessibilità e pulizia. Ricorda che la trasparenza è molto importante su tutti i canali, non solo sul tuo sito. 

Click.: Guardando al futuro, possiamo aspettarci che queste tendenze continuino dopo il COVID-19?

Moro: Il COVID-19 è ancora in circolazione, quindi la situazione rimane fluida e incerta. Continuiamo a monitorarla da vicino e stiamo lavorando con i nostri clienti per trovare soluzioni alle sfide che il settore deve affrontare. Come organizzazione, il nostro obiettivo è migliorare l'accesso degli albergatori alle informazioni di mercato e aiutarli a comprendere i cambiamenti dei trend di prenotazione. Questo è anche il motivo per cui usare strumenti che sfruttano i dati più aggiornati disponibili è più importante che mai, in quanto aiutano gli albergatori a prendere decisioni informate.

 

Cosa pensi di questa pagina?

Punti principali
  • Collabora con siti in linea con le aspettative attuali dei viaggiatori. Ad esempio, la flessibilità di cancellare è fondamentale in questo momento, quindi cerca di offrire varie condizioni di cancellazione
  • C'è stato un enorme cambiamento nella finestra di prenotazione: molte prenotazioni last minute sono arrivate 0-7 giorni prima del check-in
  • Dato che la situazione continua a cambiare rapidamente, non è più possibile utilizzare dati storici per prevedere cosa accadrà. Usa dati recenti o previsioni future quando prendi decisioni
  • I consumatori ora cercano più informazioni rispetto a prima. Ricorda che la trasparenza è molto importante su tutti i canali, non solo sul tuo sito.