Ti presentiamo il programma Viaggi Sostenibili

Il nostro nuovo modo di riconoscere il tuo impegno per la sostenibilità e mostrarlo ai viaggiatori, per un futuro migliore.

Scopri di più

Focus sul settore

La mia esperienza allo Short Stay Summit

 | Salva
Il Regional Manager Ryan Pearson condivide i suoi punti salienti dello Short Stay Summit di quest'anno

Lo Short Stay Summit è stato il primo summit del settore in Europa da quando l’area è entrata in lockdown lo scorso anno, e si è svolto all'inizio di questo mese a Londra. Abbiamo intervistato Ryan Pearson, Regional Manager di Booking.com, per saperne di più sulla sua esperienza e scoprire gli argomenti di cui si è parlato di più. 

Click.: Per chi non ha mai sentito parlare dello Short Stay Summit, di cosa si tratta?

Ryan Pearson

Pearson: Lo Short Stay Summit è un ottimo modo per entrare in contatto con partner nuovi e già esistenti. Oltre all'opportunità di partecipare a sessioni stimolanti e tavole rotonde, di entrare in contatto con i leader del settore e di contribuire a preziose discussioni, l'organizzazione dell'evento consente un facile accesso a una vasta gamma di espositori. 

Come suggerisce il nome, il summit è molto focalizzato sul settore degli affitti a breve termine (case, appartamenti, luoghi unici in cui soggiornare), con espositori che vanno dalle piattaforme di viaggio online come noi, e fornitori di connettività, ad aziende di software e distributori di tutta la filiera. 

Quest'anno si respirava molto entusiasmo e anche un po' di emozione. L'ultima volta l'evento si era tenuto a marzo 2020. Quello era stato anche l'ultimo evento del settore a cui ho partecipato prima che fossero introdotte le restrizioni dovute al Coronavirus (COVID-19). Quando ci siamo ritrovati insieme sembrava che avessimo semplicemente ripreso da dove eravamo rimasti. 

 

Click.: Quali sono stati i temi caldi della giornata? 

Pearson: Il primo interrogativo che tutti avevamo in mente riguardava il pieno ritorno della domanda e la possibilità che quella attuale, riferita al tempo libero, ai viaggi nazionali e alle destinazioni rurali, prosegua ancora. Nel Regno Unito, mi aspetto che queste tendenze continuino nel 2022. Le persone stanno iniziando a muovere i primi passi verso i viaggi, ma esistono ancora restrizioni in molte parti del mondo. 

Si è molto parlato del nostro lancio dei soggiorni lunghi. Da sempre, il soggiorno massimo che un ospite poteva prenotare sulla nostra piattaforma era di 28 giorni. Di recente abbiamo esteso il limite a 45 giorni per le strutture a livello globale (con alcune eccezioni). Abbiamo mostrato ai partner le statistiche sulla domanda di soggiorni più lunghi e, per sottolinearne l’importanza, abbiamo dimostrato quanto stiamo investendo in questo trend. È stata una novità entusiasmante da condividere con i partecipanti. 

Ho anche parlato delle nostre innovazioni nella ricerca e di come stiamo ottimizzando l'esperienza di ricerca per gli ospiti, evidenziando tra le varie iniziative quella riguardante gli interi alloggi e il nostro programma Business Ready, oltre alle modifiche che abbiamo apportato per aumentare la visibilità di informazioni utili sulla struttura, come le misure su salute, sicurezza e sostenibilità. È stato incoraggiante vedere che questi argomenti sono stati ben accolti dai partecipanti. 

I temi più ricorrenti come tecnologia, professionalizzazione e regolamentazione del settore sono stati anche spunti di conversazione che hanno dato vita a discussioni interessanti, in particolare su argomenti come l'accreditamento e il software per i gestori professionisti di affitti a breve termine. 

Click.: Durante l’evento hai partecipato a una sessione di conversazione con i presenti. Quali sono stati i temi chiave di cui hai parlato?

Pearson: I dati sono fondamentali in questo momento. Nessuno di noi ha una sfera di cristallo in grado di prevedere esattamente cosa riserva il futuro, ma i dati forniscono una forte indicazione. Durante la sessione, denominata Panoramica sul settore degli affitti per le vacanze e cosa ci aspetta, ho parlato dei miglioramenti che abbiamo apportato alla nostra dashboard di dati statistici nell'extranet. Da lì, è possibile vedere chi sta guardando e prenotando la tua struttura, da dove provengono i potenziali ospiti, quale dispositivo stanno utilizzando, le condizioni più popolari e altro ancora. Fornisce informazioni importanti sulla struttura e sull’area in cui si trova, dati preziosi che possono aiutare a ottimizzare il proprio annuncio per soddisfare la domanda. 

Un altro tema era quello della disponibilità. Vediamo che alcuni viaggiatori continuano a prenotare all'ultimo minuto. Se è martedì e non hai ancora venduto per il fine settimana, devi guardare quali restrizioni hai in atto e considerare di eliminarne qualcuna. Se hai una restrizione per un soggiorno minimo di tre notti, ciò potrebbe significare che la tua struttura non è visibile agli ospiti che cercano per un weekend. Inoltre, bisogna assicurarsi di rimettere online eventuali alloggi cancellati il più rapidamente possibile. Questi tipi di interventi possono aumentare le possibilità che la struttura venga vista dai clienti. 

Anche la trasparenza è qualcosa che ho sottolineato. Che si tratti di misure su salute e sicurezza, di pratiche di sostenibilità o dotazioni e servizi specifici, gli ospiti vogliono sapere esattamente cosa ricevono. Ciò ha un impatto diretto sui punteggi delle recensioni dei nostri partner, e un punteggio elevato indica che le aspettative degli ospiti vengono prese in considerazione e soddisfatte. 

Click.: Qual è stato il momento clou dell'evento per te personalmente? 

Pearson: La positività generale di tutti coloro che hanno partecipato è stata veramente esaltante. C'è un vero senso di resilienza in tutto il nostro settore ed è stato stimolante tornare là fuori e vederci di nuovo tutti connessi nella vita reale. Abbiamo parlato molto delle tendenze attuali e di cosa stiamo facendo per stimolare la domanda e spingere il settore in avanti, ed è stato emozionante sentire così tanti feedback positivi su quelle conversazioni. 

 

Image
partner_community_booking.com
Prosegui la conversazione

Mettiti in contatto con gli altri partner tramite la nostra Community.

Partner Community

Cosa pensi di questa pagina?

Punti principali
  • Lo Short Stay Summit 2021 si è svolto all'inizio di questo mese a Londra ed è stato il primo summit del settore in Europa da quando l’area è entrata in lockdown lo scorso anno
  • Il Regional Manager Ryan Pearson ha condiviso i dettagli dei nostri investimenti in soggiorni più lunghi e delle innovazioni nella ricerca durante la sua sessione
  • I temi caldi includevano la tecnologia, i dati e la professionalizzazione in corso nel settore degli affitti brevi