Golden Gate Bridge

Trend e comportamenti dei viaggiatori degli USA

 | Salva
Vuoi scoprire a cosa badano i viaggiatori americani nel 2023? Abbiamo provato a capire cosa cercano in una vacanza e cosa influenza le loro decisioni, e daremo alcuni suggerimenti utili per chi gestisce un alloggio turistico.

Come tutti, anche gli americani amano le vacanze. Ma in cosa differiscono dai viaggiatori di altri Paesi riguardo a dove, come e perché viaggiano? Nell'ambito del nostro sondaggio Travel Trends 2023, abbiamo chiesto a 2.000 americani informazioni sui loro programmi di viaggio e su cosa influenza il loro processo decisionale. Ecco cosa ci hanno risposto.

Motivazioni per viaggiare

Innanzitutto, cosa spinge le persone a viaggiare? È interessante notare che molte delle risposte più frequenti riguardano la cura di sé e il relax. Il 79% dei partecipanti ha affermato di viaggiare per rilassarsi, il 76% per migliorare il proprio umore e il 76% per staccare la spina mentalmente.

Esaminando le differenze generazionali in questa categoria, ci sono alcune statistiche che risaltano. I Millennial (di età compresa tra 27 e 42 anni) sono molto più propensi a partire in cerca di emozioni e avventure, aspetto considerato importante dal 78% di loro. Questa percentuale scende al 42% tra i Boomer (di età compresa tra 59 e 77 anni), al 60% per la generazione X (di età compresa tra 43 e 58 anni) e al 64% per la generazione Z (di età compresa tra 18 e 26 anni). I Millennial sono risultati in cima alla lista anche per quanto riguarda l’assaggio di nuovi cibi: il 77% ha dichiarato di voler viaggiare per provare una cucina diversa, rispetto al 54% dei Boomer e al 65% della Gen Z e Gen X.

Il nostro consiglio: nonostante alcune differenze, la grande maggioranza degli americani concorda: viaggiare deve essere rilassante. E una bella notte di sonno può aiutare moltissimo. Per questo, considera la possibilità di investire in tende oscuranti, tappi per le orecchie e spray aromaterapici che conciliano il sonno.

Attività ed esperienze

Dopo aver trovato la motivazione per viaggiare, cosa vogliono fare gli americani una volta a destinazione? Abbiamo chiesto a quali tour o attività sarebbero interessati quest'anno nei loro viaggi. La risposta più frequente è stata un'esperienza gastronomica: il 35% afferma di averla inclusa nel programma della vacanza. Al secondo posto ci sono i giri turistici organizzati (34% delle risposte), lo shopping (33%) e le visite ai punti panoramici del posto 30%).

Il nostro consiglio: dato che le esperienze gastronomiche sono così spesso in cima alla lista dei desideri, è una buona idea preparare un elenco di ristoranti, scuole di cucina e tour gastronomici della tua zona.

Planned tours and activities for US travellers

 

Fonti di ispirazione

È sempre utile sapere in che modo i clienti hanno saputo di te e cosa li spinge a decidere di cliccare su "Prenota". Ai viaggiatori è stato chiesto di ripensare a un viaggio che hanno fatto l'anno scorso e di raccontarci come hanno raccolto informazioni e ispirazione. Il 42% ha affermato di aver utilizzato i motori di ricerca, il 36% ha accettato i consigli di amici e familiari e il 29% si è avvalso dei siti di prenotazione viaggi. Un aspetto che emerge osservando le diverse fasce di età è l’uso dei social da parte della Gen Z. Per questi ragazzi, infatti, i post di amici e familiari sono stati la principale fonte di ispirazione (nel 37% dei casi).

Osservando più da vicino i social media, gli americani tendono a utilizzare soprattutto Facebook per trovare idee e ispirazione. Il 74% ha affermato che è la loro piattaforma preferita, seguita da YouTube (62%) e Instagram (57%). 

Il nostro consiglio: anche se non tutte le generazioni utilizzano così tanto i social, questi ultimi sono comunque uno strumento estremamente importante per trovare ispirazione. Assicurati che i tuoi profili social siano aggiornati e ben rappresentativi dell’alloggio che proponi.

Top amenities for US Travellers

 

Le informazioni e i servizi che contano di più

Una volta che un cliente trova il tuo annuncio, ci sono vari fattori che possono trasformare l'indecisione in entusiasmo. Abbiamo chiesto ai viaggiatori a cosa fanno caso al momento della prenotazione, dopo il prezzo e la posizione, e la risposta più frequente (29%) è stata le recensioni di altri viaggiatori. Subito dopo ci sono il WiFi gratuito (24%), le dotazioni dell’alloggio (23%) e le foto delle camere (22%).

Dato che il tema delle recensioni è risultato essere così importante, abbiamo cercato di scoprire qualcosa in più chiedendo ai partecipanti cosa cerchino nello specifico. Il 70% ha risposto che legge soprattutto le recensioni recenti, il 37% che va a vedere le risposte date alle recensioni e il 59% che cerca nello specifico le recensioni positive.

Poiché servizi e dotazioni dell’alloggio sono risultate essere un aspetto molto considerato, abbiamo chiesto ai viaggiatori di valutarne singolarmente l’importanza. L’82% degli americani afferma che l'aria condizionata è fondamentale. Il 76% vuole il WiFi gratuito, il 66% il parcheggio senza costi aggiuntivi e il 62% la possibilità di fare il check-in 24 ore su 24.

Il nostro consiglio: anche se questi elementi all’apparenza non hanno niente di unico o speciale, i viaggiatori li apprezzano tantissimo, quindi se li hai, assicurati di metterli bene in evidenza.

Sembra che gli americani non siano troppo esigenti quando si tratta dei loro desideri e bisogni di viaggio. Amano rilassarsi, sentirsi al sicuro e a proprio agio (e sfruttare al meglio il WiFi gratuito!). Naturalmente ognuno è diverso, ma speriamo che questo articolo ti abbia dato qualche spunto che possa aiutarti a rendere il soggiorno indimenticabile per i tuoi ospiti.

 

Cosa pensi di questa pagina?

Punti principali
  • Il 79% dei viaggiatori statunitensi afferma che il relax è la motivazione principale per le loro vacanze 
  • I post sui social di amici e parenti sono la principale fonte di ispirazione di viaggio per la Gen Z
  • Le recensioni recenti sono l’elemento più influente dopo la posizione e il prezzo
  • Il 35% degli americani afferma che le esperienze culinarie rientrano nei loro desideri per i viaggi del 2023