w
1

DATI CATASTALI

Buongiorno,

volevo sapere se anche Booking dal 2024 provvederà a verstare la ritenuta del 21% (cedolare secca) allo stato italiano al posto degli host con un pagamento dei soggiorni già netto delle tasse.

Per rendere possibile questo vanno comunicati i dati catastali dell'appartamento? in che area va eseguita questa operazione? 

Attendo Vs cortese riscontro


r
1
Roberta D’Aponte 2 mesi fa

Buonasera Walter e buon Anno.

Si, Booking (come anche AirBnB) hanno l’obbligo di chiedere agli host di esprimersi sulla possibilità di proporsi come sostituti d’imposta per la cedolare secca.

La mia perplessità (o certezza) è che un B&B, anche se non a carattere imprenditoriale (senza P.IVA), può (o dovrebbe) fornire la colazione e, inoltre, poter detrarre le spese di gestione.

Ciò complicherebbe o impedirebbe l’applicazione di questa tipologia di tassazione (21% “cedolare secca”) che, invece, può andar bene per i cosiddetti fitti brevi “puri” (regolata dalla L.96 del 21/06/2017 - aggiornamento 29/12/2022- art.4, comma 1 e successivi), dove è consentita la sola fornitura della biancheria e non sono consentite detrazioni di spese alcune.

La scelta opzionale riportata su i suddetti portali dovrebbe essere più precisa: se non sono un P.IVA potrei scegliere comunque di non accettare il versamento del 21% da parte di Booking perchè se non ho un reddito alto (e non ne ho altri aggiuntivi), detraendo le spese (se sono un B&B a tutti gli effetti) potrei pagare meno tasse rispetto alla cedolare secca applicata su tutto l’importo prodotto da reddito turistico.