p
1

Vat for online platform service

Vorrei sapere cos’è la Vat è perché devo pagare questo servizio abbastanza costoso oltre le commissioni per le prenotazioni e i pagamenti.

Sono una ditta individuale di locazione turistica senza partita iva


g
1
gianpiero alberti 4 mesi fa

Ciao, fai un po’ di confusione! Se sei ditta individuale significa che hai la partita iva, se invece sei semplicemente un soggetto proprietario di un alloggio non serve la partita iva, fino a 4 alloggi!devi comunque dichiarare il fatturato e versare le tasse!!!

La vat che paghi invece è l’IVA che pagheresti indistintamente con ogni forma giuridica

p
1
PATRIZIO DEI M… 4 mesi fa

Ma che iva è se viene già prelevata dalle commissioni e quindi dalla fattura che Booking emette nei miei confronti?

Puoi spiegarmi bene di che iva si tratta

s
1
simone citurini 3 mesi fa

Noi senza partita iva paghiamo le tasse su lordo e ora tocca pagare anche l'iva x booking?! Sempre più ladri

p
1
PATRIZIO DEI M… 3 mesi fa

Nessuno mi ha ancora spiegato che iva è la VAT CHE BOOKING si preleva oltre le commissioni 

l
1
luca romagnoli 3 mesi fa

anche io mi trovo sta vat oltre alle già esose commissioni, per fortuna è la prima e unica volta che userò questo portale assolutamente poco chiaro. vengo da airbnb... un altro mondo... adios!

p
1
PATRIZIO DEI M… 3 mesi fa

Nessuno mi risponde correttamente alla mia richiesta mi sembra che nessuno sappia cos’è 

l
1
luca romagnoli 3 mesi fa

online ho trovato questo non so se è il nostro caso. modifiche attive da maggio:

Le novità di maggio

Cosa succede, quindi, a Booking.com dal primo maggio 2023?

Per adeguarsi alla normativa dell’Unione Europea, Booking.com applicherà l’IVA alle sue commissioni quando fatturerà alle strutture senza partita IVA o con partita IVA non valida per le transazioni in UE del Reverse Charge.

Sicuramente sarà ancora possibile affittare anche se non si ha la partita IVA, ma l’IVA verrà comunque applicata da Booking.com alle sue commissioni in fattura, adeguata all’aliquota italiana (quindi al 22%) e verrà poi versata all’Agenzia delle entrate da Booking.
Tutto questo non va a toccare, invece, le strutture ricettive con partita IVA, dato che per loro il Reverse Charge è ancora obbligato.

Quali sono gli effetti che ci aspettiamo da questo cambiamento?

Una delle possibili conseguenze di questa modifica da parte di Booking.com è un aumento, da parte degli host, delle tariffe dei propri affitti, per cercare di coprire il maggiore costo dell’IVA sulle commissioni Booking.

Come questo impatterà sulla scelta dell’utente finale per il proprio soggiorno è ancora da vedere, ma è possibile immaginare che per alcune strutture ricettive diventerà più difficile risultare attraenti rispetto ai competitor.

Nel frattempo, a te la parola: cosa ne pensi di questa scelta di Booking.com? Cosa ti aspetti da questa situazione?

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sul mondo del Revenue Management, seguici su tutti i social e iscriviti alla nostra newsletter.

E come sempre… Buon Revenue!

r
1
RED HOUSE 3 mesi fa

L'IVA che booking versa allo stato lo versa indistintamente oppure la associa ai nostri nominativi? Se così è non si scappa più da nessuna parte.